sport per dimagrire

Dimagrire: Ecco quali sport sono più indicati

Il nuoto e il dimagrimento corporeo

Lasciarsi appassionare dal nuoto è un ottimo modo per tutelare il proprio benessere e facilitare il dimagrimento corporeo. Ad esempio, durante l’ estate, quando a causa del caldo afoso si fa fatica ad andare a correre, l’acquagym è la soluzione perfetta per non soffrire il caldo, allenarsi e dimagrire, grazie alla possibilità di poter praticare in acqua gli stessi esercizi a tempo di musica che si praticano in palestra.

Tutto ciò, tenendo in considerazione la possibilità di raggiungere degli ottimi risultati di dimagrimento e tonificazione, in quanto la resistenza che si oppone ad ogni movimento in acqua è dieci volte maggiore rispetto a quella creata in acqua.

Infatti qualsiasi sport, se praticato in modo regolare e costante facilita la stimolazione del metabolismo, soprattutto se alla base vi è una corretta alimentazione povera di grassi e ricca di proteine vegetali e animali. Il nuoto è un’attività aerobica completa, capace di far bruciare un numero rilevante di calorie, coinvolgendo tutti i muscoli del corpo senza arrecare traumi muscolari oppure articolari, essendo svolto nell’ acqua.

Il dimagrimento fisico non è immediato, in quanto la prima cosa che si ottiene è la tonificazione muscolare dopo aver rispettato un regolare ciclo di allenamenti di nuoto. Dopo aver acquisito maggiore dimestichezza ed anche la capacità di riuscire a nuotare ad un ritmo intenso, aumentando il numero di vasche e riducendo gli spazi di recupero, si riusciranno a bruciare maggiori grassi ed il corpo apparirà non solo più tonico, ma anche più snello.

L’ ideale è iniziare lentamente, rispettando due sedute a settimana di 30 minuti ciascuna, per poi aumentare, con il passare del tempo, il numero di sedute è il numero di vasche.

Durante il nuoto, l’ acqua esercita una forte azione modellante e linfodrenante, infatti riesce a stimolare la microcircolazione, migliorando il circolo dei liquidi, evitando la formazione degli edemi.

Inoltre grazie al nuoto si stimola anche la produzione dell’ ormone ANP che aiuta ad eliminare i liquidi in eccesso, diminuendo il senso di pesantezza e anche la cellulite.

Al fine di stimolare la perdita dei grassi, intaccando la loro riserva energetica, è consigliabile esercitarsi in diversi stili di nuoto, alternando il dorso al crawl, oppure al delfino, cercando sempre di curare la respirazione, la quale serve a dare il giusto ritmo ai propri allenamenti.

L’acqua è più densa dell’ aria, a causa delle sue proprietà adesive e coesive, quindi i movimenti intensi effettuati attraverso il nuoto garantiranno un elevato dispendio energetico, garantendo in modo definitivo l’ eliminazione dell’ adipe in eccesso dai fianchi, dall’ addome, dalle gambe e dalle braccia.

Il ciclismo e il dimagrimento corporeo

Andare in bici è un ottimo esercizio fisico che aiuta il corpo a dimagrire, tonificando le gambe e I glutei, e a liberare la mente dallo stress grazie alla produzione delle endorfine, sostanze in grado di stimolare il nostro benessere psicologico. Il movimento effettuato attraverso le pedalate stimola il microcircolo, allontanando I gonfiori e l’antipatica cellulite che tende ad accumularsi maggiormente sugli arti inferiori.

Grazie alla pratica del ciclismo, non solo si ridurra’ l’adipe in eccesso sugli arti inferiori, ma anche sull’ addome, non essendo quest’ ultimo inerte bensì sottoposto a delle continue contrazioni durante le pedalate.

Come accade in tutti gli sport, anche il ciclismo richiede un inizio di attività lenta, per poi essere intensificata, al fine di preparare i muscoli e le articolazioni, evitando inutili traumi che non farebbero altro che vanificare il lavoro svolto impedendo di raggiungere i risultati prefissati.

La capacità di riuscire a bruciare delle calorie dipende anche dal tipo di bici utilizzata, essendoci una certa differenza 5ra la bici da passeggio e la mountain bike, richiedendo quest’ ultima un maggiore sforzo fisico durante il suo utilizzo.

Anche le caratteristiche del percorso da seguire giocano un ruolo rilevante nel consumo della riserva energetica, in quanto in presenza di un percorso non pianeggiante, caratterizzato da salite e terreni difficili, in un’ ora di attività fisica si riusciranno a consumare circa 600 calorie.

La corsa è il dimagrimento

La corsa è un’attività cardio molto intensa capace di coinvolgere tutti i muscoli del corpo, stimolare il consumo calorico in base ai chilometri percorsi e può essere praticata da tutti coloro che sono in buono stato di salute per poter affrontare uno sforzo fisico alquanto rilevante.

Una regola fondamentale da rispettare è quella di ridurre il numero di chilometri da proseguire e rispettare tale tipo di allenamento almeno 3 volte a settimana, al fine di raggiungere dei risultati grazie alla costanza evitando di affaticare inutilmente il proprio corpo.

Inoltre, nel caso in cui il corpo non sia abituato agli sforzi fisici, soprattutto dopo un lungo periodo d’ inattività, è preferibile iniziare l’ allenamento camminando a passo svelto per poi passare gradualmente alla corsa.

Occorre evitare degli sforzi eccessivi al fine di velocizzare i tempi di dimagrimento, cercando invece di alternare i giorni di allenamento con quelli di riposo al fine di rigenerare i muscoli ed eliminare l’ acido lattico.

Al fine di ottenere un dimagrimento ottimale una giusta regola è quella di bruciare un numero superiore di calorie introdotte con l’ alimentazione, la quale non deve essere povera, bensì ricca di tutte le sostanze nutritive indispensabili per il recupero fisico e mentale.

La corsa permette di consumare circa 1 Kcal per peso corporeo per ogni chilometro percorso, soprattutto nel caso in cui non si tratti di un percorso pianeggiante, bruciando inizialmente i carboidrati e successivamente i grassi.

Esistono vari tipi di corsa, come ad esempio la corsa base caratterizzata da un ritmo naturale per una distanza non superiore ai 10 km, le corse ad intervalli e così via.

La migliore è la corsa ad alta intensità, capace di bruciare più calorie anche dopo l’ allenamento, in quanto utilizza molti muscoli che anche quando sono a riposo, hanno fortemente bisogno di energia, e inoltre ha la capacità di ridurre la fame grazie alla produzione di specifici ormoni.

Fonte: www.sportivoesano.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.